Il Trofeo di Lucca ritorna dopo quattordici anni

Il Trofeo di Lucca ritorna dopo quattordici anni

Il Trofeo Città di Lucca viene rimesso in pista dall’Associazione Unione Ciclistica Lucchese ed è previsto per il 18 settembre 2022. La manifestazione è dedicata al maestro Giacomo Puccini (categoria Elite-Under 23), con un percorso che partirà dalle mura della città per arrivare, poi, ai monti della Versilia.

Torna, quindi, il Trofeo Città di Lucca dopo quattordici anni: era, infatti, il 2008 quando, il 21 settembre, si svolse l’edizione delle nozze d’oro per la categoria juniores. In quell’occasione, ci fu il successo di Thomas Fiumana, con la maglia del Team Ambra Cavallini Vangi.

Il trofeo Città di Lucca

La nuova Unione Ciclistica Lucchese è stata fondata nel 1948 e, attualmente, ha un nuovo presidente, Angelo Battaglia, imprenditore lucchese. La società è già attivamente al lavoro per pianificare numerosi e interessanti progetti per favorire la ripresa del ciclismo, in questo periodo così difficile per lo sport in generale. Domenica 18 settembre, dunque, sarà il giorno del ritorno del Trofeo Città di Lucca per dilettanti élite e under 23, a distanza di 14 anni dal 21 settembre 2008. La prossima edizione, la n.51, è legata anche al ricordo di Giacomo Puccini, compositore nato a Lucca il 22 dicembre 1858. Un nome, quindi, conosciuto in tutto il mondo e considerato uno dei maggiori e più significativi operisti di tutti i tempi. Tra due anni, inoltre, ricorrerà il centenario della sua morte. L’idea, quindi, è quella di celebrare la ricorrenza del 2024 con un grande evento ciclistico.

Lo scopo della manifestazione

La volontà di riprendere il Trofeo Città di Lucca è legato, come ha dichiarato Emilio Farulli, all’ambizione di arrivare ad un campionato italiano. Questo al fine di portare avanti la tradizione ciclistica e sostenerla, in un momento di difficoltà. Il programma dell’Associazione, dunque, è vario ed estremamente interessante. Nel programma illustrato figura anche l’allestimento di una mostra fotografica a Lucca, omaggio ai cimeli della storia ciclistica lucchese, ricca di episodi.

Vogliamo riportare il grande ciclismo nella nostra provincia, ha dichiarato il presidente Angelo Battaglia, il nostro impegno sarà massimo e contiamo sul sostegno e la collaborazione delle istituzioni, delle associazioni, degli sponsor. Conta tantissimo in questo momento l’unione delle forze; per questo confidiamo molto sull’apporto e la collaborazione di tutta la città di Lucca, della quale conosciamo la passione per il ciclismo nella nostra città, afferma il coordinatore tecnico Gianfranco Battaglia. Vogliamo raggiungere gli obbiettivi prefissati, ritrovare quello spirito che ha accompagnato per anni l’Unione Ciclistica Lucchese.

Il percorso della manifestazione

Il percorso della manifestazione Trofeo di Lucca è stato presentato nel corso di una conferenza stampa svoltasi a maggio. La gara partirà dalle mura urbane e avrà due percorsi, uno lungo e uno corto. Il lungo passerà dal Monte Quiesa, proseguendo per il monte Pitoro e tornando, poi, verso le mura, passando da San Martino in Freddana, Sant’Alessio e Monte San Quirico. Il corto, invece, arriverà sul Quiesa e cambierà direzione verso Chiatri.

Scarica percorso Gara 51esimo Trofeo Città di Lucca

Da qui, il percorso proseguirà a Farneta, poi Ponte San Pietro e di nuovo il centro città. Un percorso, dunque, impegnativo che potrebbe essere anche riproposto per il campionato italiano per professionisti.

I progetti

Tante sono le iniziative promosse dall’Associazione, coordinata da Angelo Battaglia, presidente e responsabile della manifestazione, Gianfranco Battaglia, coordinatore tecnico dell’evento, Emilio Farulli, responsabile tecnico e membro del comitato organizzatore, Pier Luigi Castellani, addetto al collegio di giuria, e Giuseppe Tomei, delegato tecnico. Tra gli obiettivi principali c’è sicuramente il Campionato Italiano Disabili Handbike, che rappresenterebbe il primo evento del genere in Toscana. Per questa manifestazione, l’Unione Ciclistica Lucchese ha già inviato la richiesta per l’organizzazione.

Programmi per il 2024

Si intensificano, poi, gli impegni e le candidature per il 2024. Il sogno, infatti, è quello di organizzare il campionato italiano professionisti. I progetti della società di Lucca guardano già al 2024, quindi, un anno particolare, come già accennato, perché ricorre il centenario della morte di Giacomo Puccini. In quell’occasione, dunque, l’Unione Ciclistica Lucchese vorrebbe organizzare la manifestazione e si è parlato anche di una richiesta per un arrivo di tappa del Giro d’Italia. Naturalmente, anche in questo caso, tutta la città deve essere coinvolta, con un coinvolgimento anche delle realtà della Provincia di Lucca. Un sogno in grande, quello della rinnovata Unione Ciclistica Lucchese, ma ogni sforzo merita di essere sostenuto da chi ci tiene allo sport, al ciclismo e alla città.

Per informazioni: U.C.Lucchese 1948, via dell’Acquacalda 700, S. Pietro a Vico, 55100, Lucca

Tel: 0583 440278 – 328 3183591

E-mail: eclucchese1948@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.